venerdì 13 luglio 2007

I nostri problemi di ogni giorno


A volte mi guardo attorno e vedo che tutti abbiamo dei problemi anche se li nascondiamo dietro un atteggiamento scherzoso e spensierato oppure se addirittura non ne siamo coscienti. E la questione è che più diventiamo insoddisfatti, più diventiamo infelici e poveri dentro. E la domanda è: c'è qualcosa che dobbiamo o possiamo fare per salvaguardarne il benessere e non sentirci così desolati ed infelici in certi momenti? Forse sì o forse no, tutto dipende del concepire idee giuste e perfette per ogni situazione in cui ci troviamo. Ed a causa della difficoltà di risolvere in tempi brevi le cause delle nostre afflizioni arriviamo ad una conclusione molto triste e forse, secondo la nostra maniera di concepire le cose, davvero ingiusta: cioè la felicità totale e duratura di cui tanto vogliamo godere è ancora lontana. Ma, per il nostro bene, dopo una profonda riflessione, almeno ci iniziamo a rincorrerla, perché la vediamo lontana, non irraggiungibile.

Ne approfitto per augurarvi un fine settimana pieno di gioia, speranza e buone sorprese come spero che sarà il mio!
[Jean-Paul Malfatti]

1 commento:

Tommy ha detto...

Lentamente Muore
chi diventa schiavo dell'abitudine,
ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,
chi non parla con chi non conosce....

Muore Lentamente
chi evita una passione,
chi preferisce il nero su bianco e i puntini sulle "i"
piuttosto che un insieme di emozioni,
proprio quelle che fanno brillare gli occhi,
quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso,
quelle che fanno battere il cuore davanti all'errore e ai sentimenti.

Evitiamo la morte a piccole dosi,
ricordando sempre che essere vivo richiede
uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare...
Rischiate gente... la favola esiste!