sabato 16 febbraio 2008

Lettera ai miei fratelli d'Italia


Fratelli d'Italia,

Dobbiamo trovare tempo per scriverci e sentirci, e soprattutto più tempo per noi stessi, perché la vita non è solo lavoro, è anche un giro al lago o in spiaggia, è anche nostalgia dei posti dove eravamo da piccoli, la vita è la propria famiglia, è credere in quello che si fa e lottare per fare in modo che la nostra patria sia il paese che contribuiamo a far crescere. La vita è anche il nostro italiano, la lingua più bella (ma difficile) del mondo. Ci sono un mucchio di cose per cui essere orgogliosi di essere italiani, solo che noi ci facciamo troppo l'abitudine e non ce ne accorgiamo più. Peccato!

Questo è lo sfogo di un giovane italiano nostalgico della patria lontana...un giovane aspirante poeta e scrittore che esprime, attraverso le sue parole semplici e sentite, il suo amore per la vita e la sua curiosità e gioia di vivere senza timori i suoi sogni, le sue fantasie e soprattutto la sua realtà personale e la dignità che le è connaturale. 

Jean-Paul Malfatti

Nessun commento: