giovedì 31 luglio 2014

Filosofia | Dio è una scelta?





«Dio è scelta, ai credenti l’onere della prova»


PROFESSOR Vito Cagli, Lei pensa che il problema di Dio possa essere risolto dalla ragione? Insomma, aveva ragione Tommaso o aveva ragione Kant?

«Non ritengo che la ragione possa risolvere il problema dell'esistenza di Dio. Tommaso pensava che il fondamento della teologia stesse nella rivelazione. Per Kant Dio è un postulato e dunque una premessa indimostrabile. Come ricorda Antiseri nel suo libro, Kant si pone tre domande: che cosa posso sapere? (il limite della conoscenza); che cosa debbo fare? (il problema morale); che cosa posso sperare? (il bisogno della metafisica). Dunque Dio può essere un ente rivelato oppure un ente di cui si sente il bisogno, non un ente dimostrato: Dio è una scelta».

Quali sono le ragioni del non credente? E c'è qualcosa che possa far vacillare questa sua convinzione?

«Il non credente è per definizione "agnostico", dunque non deve esibire "ragioni" per il suo modo di pensare. L'onere della prova incombe sempre a chi fa un'affermazione, non a chi si dichiara scettico».

Può essere intollerante il credente consapevole del fatto che la sua fede non si basa su fondamenti assoluti e forse neppure su fondamenti razionali?

«No, non può. E credo sia questo un punto centrale sviluppato da Antiseri. Il "relativismo", come egli ci insegna, assume il concetto che una teoria filosofica è razionale se è criticabile e che una teoria scientifica è razionale se è confutabile. Dunque non esiste una verità assoluta, nessuno la detiene e può imporla agli altri. La lezione del relativismo non è però una lezione di svalutazione per qualsiasi credo o conquista della scienza. È soltanto una lezione di tolleranza per chi fa sua una fede o una filosofia, che se è accettabile per lui, non necessariamente deve esserlo per tutti gli altri. È anche una lezione di modestia per chi sostiene una teoria scientifica che, come la storia della scienza largamente dimostra, può essere vera oggi, ma potrebbe essere giudicata falsa domani».

Fonte: http://tinyurl.com/RS031118

Vito Cagli | mini biografia
Enzo di Nuoscio | mini biografia


"A me non interessa affatto se sei credente, agnostico o ateo. Per me, ciò che conta davvero è che tu sia realmente onesto con te stesso e rispetti le mie scelte, nello stesso modo in cui io rispetto le tue." ~Jean-Paul Malfatti



Nessun commento: